Gli anfibi

Gli anfibi comprendono le rane, i rospi, le raganelle, le salamandre, i tritoni e le cecilie. La maggior parte degli anfibi presenta una fase larvale, legata all’ambiente acquatico, e una fase adulta che può essere più o meno slegata da esso.

Il rospo comune è un animale vertebrato che può misurare fino a 15 cm di lunghezza, la femmina, invece, misura fino a 15 cm. Il rospo comune ha un corpo tozzo, la pelle è spessa e sembra essere coperta di verruche.In natura si ritiene che viva tra 10 e 12 anni, mentre in cattività sono sopravvissuti fino a 50 anni, per determinare l’età del rospo, si conta il numero di anelli di crescita annuali trovati nelle ossa delle falangi.

I maschi sono molto più numerosi delle femmine e anche molto più piccoli e persino più opachi e proprio perché sono più delle femmine, due, tre e più spesso si accoppiano con la stessa femmina allo stesso tempo.

Le femmine di solito depongono le uova nell’acqua e la lettiera le fertilizza. Delle 4.000 o 6.000 uova deposte, solo poche decine diventeranno girini e dovranno affrontare la dura realtà della vita del rospo.Il rospo è un animale notturno, poiché caccia di notte e trascorre la giornata a riposare, nascondendosi in una tana dove la sua colorazione lo fa passare inosservato. È un animale carnivoro e la sua dieta si basa principalmente su invertebrati come insetti, vermi, ragni, cocciniglie, lumache, scarafaggi, bruchi, mosche, lombrichi e persino piccoli topi.